politica
  • Maggio 9th, 2019

Nessuna rappresentanza nella Commissione Pari opportunità.

Ieri, in aula, un emendamento presentato da Patrizia Manzo e Micaela Fanelli è stato bocciato in Consiglio regionale per un voto.

“Insieme alla consigliera dei 5 Stelle Patrizia Manzo – ha osservato Micaela Fanelli capogruppo del partito democratico a palazzo D’Aimmo – abbiamo tentato di riformare la composizione della Commissione Pari Opportunità, avanzando la proposta di riservare una quota del 15% ai rappresentanti delle associazioni LGBT.

Una norma di civiltà, prima ancora che di considerazione politica verso coloro i quali, a livello istituzionale, ancora non hanno voce, perché discriminati per il proprio orientamento sessuale.

Una proposta per tutelare l’identità di genere, che poteva fungere da apripista, ponendo il Molise all’avanguardia della valorizzazione delle capacità delle persone, superando atavici pregiudizi. Si poteva fare un passo in avanti anche sul versante della rappresentanza di genere.

Per un solo voto, non ci siamo riuscite (11 contrari e 10 favorevoli). Ma non ci arrendiamo! Perché lungi dal demotivarci, ci dà ancora più forza nel continuare a sostenere la lotta per il riconoscimento dei diritti di tutti, nessuno escluso.

E il 27 luglio tutti in corteo a Campobasso per il secondo Molise Pride“.

Foto: pixabay

Fonte: www.molisenetwork.net