Sasha Hill è un detective della polizia londinese, e si è perso.

Si è smarrito tra quello che avrebbe voluto fare e quello che realmente ha realizzato, tra chi credeva di essere e la persona con la quale è finito a fare i conti ogni mattina, davanti allo specchio.

E' stato un marito, ma deve aver fallito, in una qualche maniera, in un dato momento, perché adesso è solo, ed il suo ex lo perseguita ogni notte sotto forma di un viso del quale non riconosce più i tratti.

E' stato un ottimo poliziotto, ma ora è l'ultimo arrivato in centrale, e nessuno si fida più delle sue intuizioni.

Sasha Hill era ed è tutto questo, ma è anche cuore, testardaggine e coraggio, quanto basta a rimanere aggrappati alla barca della propria vita, anche mentre viene trascinata a largo dal mare in tempesta dei propri errori.

Alexander Davies invece, si è ritrovato. In un corpo che non riconosce più come suo, in una vita che non aveva previsto, lui che delle intuizioni ha fatto da sempre la sua arma migliore.

Si è scoperto solo, derubato della propria parte emotiva, perché quella risiedeva nel suo unico amico, e adesso lui non c’è più, è stato portato via il fuoco.

Alexander Davies deve iniziare a vivere le emozioni in prima persona, deve imparare a riconoscerle, e poi a gestirle.

Ma soprattutto deve, e vuole, portare a termine il suo piano di vendetta verso chi gli ha portato via tutto.

E poi c’è la scia. La scia di sangue che si snoda attraverso Londra, e che finirà col far incontrare queste due persone apparentemente tanto distanti tra loro.

Qualcuno sta creando dei rebus (dei “rompicapo”, in inglese “Brainteaser”, da cui il titolo del romanzo) in carne ed ossa, veicolo del suo messaggio di vendetta dalle radici lontane nel tempo.

Sasha e Alex dovranno collaborare, conoscersi, perdonarsi, per poter arrivare alla fine di questo percorso, nel punto dove tutto ha avuto inizio.

E dovranno cercare di ricordare chi sono, ma soprattutto cosa sono divenuti l’uno per l’altro, per tentare di cambiare il finale di un copione mortale che sembra destinato a ripetersi ancora una volta.

Flavia Giordano (Barga, 1987) vive, studia e lavora nella Capitale, dove si è trasferita quasi dieci anni fa.

Con la Edizioni Smasher ha pubblicato nel 2013 “Le ombre di Luce”, un fantasy per ragazzi; nello stesso anno la Enzo Delfino Editore presenta il suo romanzo breve a tematica thriller/horror “Baby Blue”.

Nel settembre 2015 è uscito il suo ultimo romanzo,“Brainteaser”, che rappresenta il suo ritorno alla scrittura dopo un lungo periodo di pausa.

Il romanzo, un thriller, è al momento reperibile sul sito ilmiolibro.it