Arci Agora Pesaro

Arcigay Agorà rilancia il progetto “In campo contro l’omofobia” in collaborazione con Uisp.

Dopo l’avvio in collaborazione con la Paspa Rugby Pesaro in occasione della sua promozione in serie A, Arcigay Agorà Pesaro Urbino rilancia il progetto “In campo contro l‘omofobia” grazie a Uisp, che ha organizzato a Pesaro le Finali nazionali di calcio Uisp, che si tengono da giovedì 21 fino a domenica 24 giugno. Si giocheranno le Finali di calcio a 11 maschile, calcio a 5 femminile, calcio a 5 maschile e le Rassegne nazionali di calcio a 7, calcio a 7 over 40 e calcio a 11 over 35. Le finali si disputeranno al campo comunale di Pesaro dalle 16.30.

Arcigay Agorà ha donato ai capitani, ragazze e ragazzi, che scenderanno in campo in queste Finali nazionali, dei laccetti arcobaleno, simbolo dell’impegno alla lotta contro l’omofobia. Un piccolo gesto, simbolico, che racchiude in sé un grande significato: indossando i laccetti arcobaleno sulle proprie scarpe da calcio, tutte e tutti si faranno portatori di questo messaggio di uguaglianza.

“Ringraziamo la Uisp per la possibilità che ci dà di diffondere il nostro messaggio – dice Elvio Ciccardini, presidente Arcigay Agorà – e per la sua costante attenzione ai temi dell’inclusione, del rispetto, come, ad esempio, l’adozione dell’identità alias per soci e socie in attesa di cambiamento di genere”.

Quello dell’omofobia è un problema ancora purtroppo troppo attuale in Italia. Nel 2017 sono raddoppiati rispetto al 2016 i casi di aggressione verso le persone lgbti. “E’ un problema sociale di rilevanza nazionale - conclude Ciccardini – Non smetteremo mai di chiedere alla politica di prendere atto della situazione e impegnarsi per l’approvazione di una legge seria contro l’omofobia”.